martedì 22 gennaio 2013

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae - Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

Strelitzia nicolai Regel & K. Koch - Strelitziaceae -  Uccello del Paradiso bianco

foto di Pancrazio Campagna
Strelitzia nicolai Regel & K. Koch 

Famiglia: Strelitziaceae
Nome italiano:  Uccello del Paradiso bianco

Pianta perenne originaria del Sud Africa, di aspetto arboreo, che raggiunge un'altezza di circa 8 m. Il tronco, che è un falso tronco, è formato dalla base delle foglie, le quali sono lunghe fino a tre metri, la sola lamina  circa 1,50 m. I fiori sono simili al becco di un airone ed hanno colore che va dal purpureo al bluastro scuro. Il frutto è una capsula triloculare all'interno della quale si formano i semi di colore nero con la parte esterna piumosa e colorata.

Viene coltivata a scopo ornamentale.

5 commenti:

  1. assomiglia al banano,fiorisce li?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è simile al banano. Si, qui nel Salento, fiorisce regolarmente. Appena questa pianta farà i fiori, scatterò delle foto e li pubblicherò su questo stesso post.

      Ciao
      Pancrazio

      Elimina
  2. Non ci crederai, ma ne ho una pianta anch'io che vivo nella provincia di Torino! L'ho trovata quest'estate in un vivaio di Ischia e non ho resistito!
    Ovviamente la mia sta crescendo in salotto in inverno e in giardino d'estate ma dubito che raggiunga gli 8 metri e dubito anche di poterla vedere in fiore in un futuro, in compenso ha bellissime foglie anche da giovane in vaso.
    Negli anni scorsi avevo anche provato con la classica Reginae, ma due inverni fa, nonostante il ricovero invernale mi è morta anche quella.
    Per i banani invece riesco anche ad averli in giardino e le radici sono sopravvissute anche l'anno scorso che abbiamo raggiunto i -24°! Quest'anno invece, se febbraio sarà clemente come gli ultimi due mesi trascorsi, riusciranno a ripartire dal fusto che non è completamente gelato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik,
      sono contento di sentire che anche tu hai questa bellissima pianta. In effetti l'unico modo per poterla avere, là dove le temperature invernali scendono sotto lo zero, è quello di ternerla in vaso e di parcheggiarla in casa durante l'inverno: dopo tutto ci ripaga con la bellezza delle sue foglie. Non mi rimane che farti gli auguri per il banano: lunga vita e possibilmente anche tante banane!

      Elimina
    2. Beh, il banano di vita ce l'ha lunga sicuramente: il ceppo iniziale lo piantò mio padre nel 1971 e vive ancora adesso!

      Elimina